Series: Control over fear

Photographic project by Irene Sekulic with Brisa Fenoy and Jorge Fortes Gutierrez

It was January 5, 2020.

I was looking forward to the day of the shooting very impatient, with a lot of adrenaline.


We were always us: my beloved Brisa, a young woman, polyedric artist, with a strong personality, sacred fire within and of a damned, alien, divine beauty. A free spirit.

Jorge Fortes Gutierrez was make up & styling. I hadn't seen him for a while and I couldn't wait anymore for our special long, very long hugs. His hugs know the truth. I feel so much love. He is the make up artist and stylist of many adventures in these years, a sensitive, caring, attentive and worried soul.

This project was out of my comfort zone. It’s was not allowed for me to go in the dark side. To explore it. To understand it. So I needed my people, my team, artists to make this journey with, I need people who trusted me without asking because I didn’t know how the journey would be, but yes where it ended.


Control over fear.


Fear is part of us. It's inside of us. It's not the enemy outdoor. It's ourself out of control. It's our power lost in non-sense.

It stays deep in the soul, messing with the instinct and fucking the brains. It destroys cultures. It destroy love.


We can learn how to control it.

Control over fear.

The power of the fear is our own power. If we control this, we will have this power for us.

Aristotele said: He, who has overcome his fears, will truly be free.


All its power is our inner energy, we can choose how to use our time, emotions, thoughts and actions. We can control it.

Fear is part of us, we can control it, it’s all about experience and discipline. Love and art always saved us. Always. Our souls at list and this is what matters.




___________________________________________________________________


ESP: Control sobre el miedo

Era el 5 de enero de 2020.

Estaba esperando el día del shooting impaciente y adrenalina. El dia anterior ya no me aguantaba a mi misma.


Eramos el equipo de luz, mi amada Brisa, una mujer joven, una artista poliédrica, fuerte, luminosa, sagrada por dentro y de una maldita, alienijena, divina belleza, un espíritu libre.


Jorge no lo había visto en mucho tiempo y me moría por abrazarlo. Sus abrazos saben la verdad. Compañero de muchas aventuras en estos años, un alma sensible, cariñosa, atenta y preocupada. Se emociona por la felicidad de los demás, pocos lo hacen.

Este proyecto solo podía existir con ellos y no era capricho, sino por una razón. Con ellos me sentía segura, humanamente.


Una sucesión de llamadas y mensajes de audio montando el projecto.

Mi necesidad inaguantable de sacar esa cosa y enfrentarla.

La vida, me responde siempre e me toca profundamente. Brisa que puede, Jorge que puede y con su maravillosa colección hecha para su tesis, quedaba solo vernos allí: Kreoidea & Partners Studio, que amo.

La fotografía es lo mío. No porque alguien lo diga, o porque estoy dada de alta, o porque tenga clientes ni premios. Es simplemente porque me funciona, a mi personalmente. Me ayuda a entenderme y entender mi entorno. Me hace conectar. Comprender. Procesar. Sentir. Es mi puente hacia el mundo, a los otros y hacia los otros a mi.

No es egocentrismo. No es egoísmo. Es sentir y transformar.


Creo que el arte nos ayuda a comprender nuestra profunda humanidad.


Quería verla. Quería ver la cara de la reina Miedo. Tan poderosa. Tan tremenda. Se había apoderado de mi. Me había hecho mierda el alma, la mente, el tiempo y por un tiempo largo.


Lo que entendí y sentí (y por lo que estoy muy agradecida) es que el poder del miedo es mi mismo poder, es mio. Es bueno, hay que aprender a utilizar esa energia. Yo controlo y decido donde, a quien, como y donde dar esa energia.


Controlo mis miedos. Los conozco.

Me tomé el tiempo para sentarme con ellos.

Mi gratitud a Brisa y a Jorge se queda corta en estas lineas. Mas alla de lo que queda, es lo que he sentido, y como esto me ha transformado por dentro.


Agradecida de compartir camino con vosotros.

Os quiero.

___________________________________________________________________

ITA: Regina Paura

Era il 5 gennaio 2020.

Aspettavo ansiosa il giorno dello shooting.

Eravamo noi di sempre, la mia amata Brisa, giovane donna, artista poliédrica, forte, luminosa, sacro fuoco dentro e di una bellezza dannata, aliena, divina, uno spirito libero.

Jorge non lo vedevo da un po’ e morivo di voglia di abbracciarlo. I suoi abbracci sanno di verità. Di chi sa. Sente e senza dire niente ti da e lui è molto generoso.

Compagno di tante avventure in questi anni, un animo sensibile, premuroso, attento e preoccupato. Si emociona per la felicità degli altri, pochi lo fanno.

Questo progetto poteva esistere solo con loro e non era testardaggine o capriccio, era così per un motivo. Con loro mi sentivo al sicuro, umanamente. Con Brisa, l’amore che ci lega, è la facilità di parlarci e condividere i nostri pensieri, confrontarci, connetterci, lei ha un ruolo importante e lo sa. È intelligente e con un animo nobile, è vita parlare con lei e ne ha passate anche lei, nessuno è immune, neppure quelli nati belli come lei e sente, è un’artista poliedrica, dovrebbe fare films, sente e si da alla macchina fotografica e video come solo lei. Veramente un’esperienza ricca, piena, intensa.

Un susseguirsi di chiamate e video messaggi.

La mia necessità di tirar fuori quella cosa e affrontarla. La vita che rende tutto magico, Brisa che può, Jorge con la sua meravigliosa collezione fatta per la sua tesi di laurea che è commuovente che mette a disposizione e così ci troviamo tutti al quartier generale degli esperimenti visual: Kreoidea & Partners Studio, posto che amo.

Era difficile non farsi distrarre dalla belleza di Brisa, lo ammetto, la sua bellezza (anche per il suo animo) è sempre molto presente. Per concentrarmi ero stata aiutata (innominabili e non per mia volontà).

Set preparato, references… e una innumerevole dose di: Dai Champ, concentrati. Preparato tutto? Ripassato tutto?.

Finalmente arriva il momento, l’energia ed emozione che sento è pazzesca e per me esiste solo il presente, solo quell’istante, nient’altro. E mi accendo.

Avevo una voglia matta di guardare bene bene in faccia la Paura, questa abile, abilissima regina che usava la mia energia, il mio tempo per farsi grande e vivere. Si era presa quasi tutto di me. Impressionante lei e la sua banda di bullotti, Ansia, Panico, Sconforto, Confusione. Oscurità. Terribili. Pensavo di essere una persona forte e questi mi avevano messa sotto sopra. E non erano nemici fuori, ma nemici dentro di me. Indipendentemente dalle vicissitudini che possiamo vivere, la signora funziona nello stesso modo e conoscerla è importante.

Credo che visualizzare il potere della paura, la sua forza, la sua intensità, dannata bellezza che ti tiene li a soffrire, il suo potere, ci possa solo far capire quanto forti possiamo essere se trasformiamo quell’oscurità in positività. Siamo chiamati a farlo un po’ tutti.

La paura si vince con la disciplina, con la comprensione, con l’amore, verso se stessi e per le persone che amiamo, è un percorso costante.

La fotografia è la mia cosa. Non perché qualcun altro lo dice, o perché ho una società, o perché ho clienti, o per i premi, ma semplicemente perché funziona per me, personalmente. Riesco ad esprimermi. Mi permette di ricevere dagli altri. Mi aiuta Mi insegna Mi nutre. Non è egocentrismo. Non è egoismo. È sentire e trasformare. Mi fa bene, cerco di ricambiare questo bene e di non far del male con lei.

L’arte credo ci aiuti a comprendere la nostra profonda umanità. Per arte, umilmente, intendo la necessità come individuo di esprimere un sentire visualmente e di sentire la necessità di condividerlo, se può essere utile all’anima, come altri lo sono stati e lo sono con me.

L’arte ci connette, è sempre stato così, oggi di più, grazie a internet che fa un po’ da telepatia. L’arte è un ponte di connessione tra di noi. Senza dire niente. Senza dover scegliere una lingua in cui scrivere un testo. E anche se passa ad una sola persona, avrà avuto il suo senso. Ho liberato me, ma anche qualcun altro.


Credits:

Series: Control over fear

Autor and photographer: Irene Sekulic

Muse: Brisa Fenoy

Muah & Styling: Jorge Fortes Gutierrez

WHAT WE KREATE

Photography  production

FIlm production

Visual identity

Kreoidea studio rent

International expeditions

K1.jpg
K2.jpg

KREOIDEA

WHERE WE KREATE

LOGO K su nero.png

KREOIDEA

&PARTNERS

© 2020 by KREOIDEA & PARTNERS / ALL RIGHTS RESERVED

KREOIDEA HQ: Avda Gustavo Adolfo Becquer 76 29660 Marbella

OFFICE:+(34) 658 26 72 46

MAILinfo@kreoidea.com

  • Facebook
  • YouTube
  • Pinterest
  • Instagram